social_accountabilityGesta Papers n. 24 del 19 Gennaio 2010

 

Il Bilancio Sociale: un’opportunità per le organizzazioni

di Irene Semplici

Il bilancio sociale costituisce lo strumento di comunicazione più adeguato per rendere noto il contributo di socialità che un’organizzazione dà alla collettività cui appartiene e risponde all’esigenza, sempre più attuale, di valutare un’organizzazione non più solo come un insieme di fattori finalizzati all’ottenimento dei propri risultati istituzionali (valutabili sotto l’aspetto economico con il bilancio d’esercizio), ma anche in relazione al ruolo e ai compiti che essa svolge nell’ambiente e nel contesto sociale in cui è inserita. L’attenzione del management non è più focalizzata solamente sulla qualità dei prodotti e servizi offerti ai clienti, ma anche sugli impatti sociali diretti e indiretti delle attività aziendali. Un comportamento socialmente responsabile contribuisce, infatti, non solo a creare reputazione e a sostenere l’immagine, ma anche a migliorare i rapporti con tutti gli interlocutori sociali ed economici dell’impresa (il personale, i clienti, i partner e i fornitori, la comunità locale e le istituzioni, gli investitori, ecc.) tutti fattori che concorrono a determinare condizioni favorevoli all’esercizio dell’attività d’impresa e che possono fornire presupposti per vantaggi commerciali.

***

Il bilancio sociale è il documento con il quale un’organizzazione, che sia un’impresa o un ente pubblico, o un’associazione, comunica periodicamente e in modo volontario, gli esiti della sua attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili. Accanto ai codici etici, il Bilancio Sociale rappresenta un fondamentale mezzo per consolidare e comunicare all’interno ed all’esterno delle organizzazioni il perseguimento di obiettivi sostenibili, tanto, da essere divenuto parte integrante delle strategie di molte aziende di successo. Esso accompagna ed integra il normale bilancio d’esercizio, al quale è strettamente collegato.

E’ lo strumento con il quale un’organizzazione, pubblica o privata, dà conto a tutti i portatori d’interesse – detti stakeholder – del proprio operato, rendendo trasparenti e comprensibili all’interno e all’esterno i programmi, le attività e i risultati raggiunti secondo modalità non evidenti nei tradizionali documenti e nelle tradizionali procedure di rendicontazione. I destinatari del bilancio sociale (soci, i dipendenti, i clienti, i fornitori, gli utenti, le istituzioni, l’opinione pubblica, ecc…) sono diversi perché il bilancio sociale deve rappresentare il punto di vista di tutti i portatori di interesse, sia di quelli che influenzano l’organizzazione, sia di quelli che vengono influenzati dall’operato dell’organizzazione.

Attraverso il bilancio sociale l’ente rende espliciti i risultati della sua attività, confrontandoli con gli obiettivi, dichiarati, in modo da permettere a tutti, ma in primo luogo a se stessa, di verificare se tali obiettivi siano stati raggiunti, o si renda necessario piuttosto, introdurre ulteriori interventi.

L’adozione del bilancio sociale comporta dei vantaggi sia per quanto attiene l’aspetto della comunicazione, sia come ausilio delle scelte operative e gestionali.

Esso rappresenta un efficace strumento per comunicare che l’impresa perseguendo il proprio interesse prevalente contribuisce a migliorare la qualità della vita dei membri della società in cui è inserita.

Il bilancio sociale permette la rappresentazione del concetto di eticità dell’operare aziendale e consente alle organizzazioni di spendere questo concetto in termini di marketing e di immagine. Quindi rappresenta un elemento di valore aggiunto che consente una maggiore competitività.

L’organizzazione ha modo di esplicitare con trasparenza gli aspetti qualificanti della propria cultura organizzativa, di definire la propria identità e il quadro valoriale di riferimento, per evidenziarne le coerenze rispetto alle proprie scelte strategiche e gestionali.

Si pongono le basi per un maggior coinvolgimento dei membri dell’organizzazione, grazie alla consapevolezza diffusa di obiettivi strategici e orientamenti valoriali e, al contempo, si ottiene un resoconto completo di tutte le attività svolte, non solo in relazione all’aspetto economico-finanziario.

Gli interlocutori dell’organizzazione hanno modo così di conoscere e valutare l’operato dell’ente e di essere maggiormente coinvolti in attività e processi di miglioramento in quanto viene garantito uno scambio sistematico tra portatori di interesse esterni ed interni.

Nel caso specifico di Enti Pubblici, infine, il Bilancio Sociale ha il compito di spiegare al cittadino come sono state impiegate le  risorse, come sono stati fatti gli  investimenti, quali progetti si sono realizzati e con quali risultati.

In conclusione, agendo in modo socialmente responsabile l’impresa tiene conto del contributo dato dalla propria attività alla qualità dell’ambiente e al sociale, preoccupandosi dei rapporti con i propri collaboratori, clienti, fornitori, partner e con la comunità e le istituzioni, nell’ottica di una sinergia tra prestazioni economiche, ambientali e sociali in modo da poter meglio competere e porre le basi per favorire la propria durata nel tempo.

Gesta Sas di Renato Goretta & C. è a disposizione per ogni chiarimento in merito.

X